21 novembre 2011

giveaway



Fate un giro da Marlene di Tra rock e ninna nanne e lasciando un commento potreste vincere il DVD di "diario di una schiappa" in uscita mercoledi 23 e il libro da cui è tratto.

C'è tempo fino al 26 novembre per partecipare.

I ricordi degli anni delle medie sono i peggiori di tutti i miei anni di scuola, e iniziano ad assere tantini ormai. Il 90% del tempo lo passavo da sola perchè la mia era una classe di disperati e venivo vista come la "secchiona" ( di insufficienze ne prendevo, non credete) e quindi mi lasciavano da parte. La mia compagnia era una ragazzina autistica che era in classe con me dalle elementari, per tenerla buona ogni tanto cercavamo le capitali: potevi chiederle di qualsiasi stato e lei era in grado di dirti quale era la capitale. 
I compagni di classe non so bene che fine abbiano fatto, si alcuni ci sono tra i contatti di facebook ma sono lì, non ci sono vere conversazioni con loro.
Altro brutto ricordo era la prof di matematica: donnina ormai vicina alla pensione che non è mai stata capace di tenere una classe con un problema di sputi e di allergia al gesso. Se le capitavi vicino eri spacciato, ad essere fortunato ti ritrovavi con le pagine segnate da qualche gocciolina  se non lo eri... beh potete immaginare. Per l'allergia al gesso usava il guanto che si trova al reparto ortofrutta del supermercato, non veniva cambiato molto spesso quindi la sua utilità era molto compromessa a causa dei buchi.
A pensarci bene non ho mai avuto molta fortuna con i professori di matematica quindi mi chiedo come ho fatto a scegliere una facoltà matematica all'università... Beh i risultati di questa fortuna si vedono: sono fuori corso ormai di 2 anni per colpa dell'esame di analisi matematica 1 che sono 5 anni che tento di passare (senza molto successo).

Se siete arrivati qui fate un ultimo sforzo e andate sul blog di Marlene e raccontate anche voi qualche ricordo dei vostri anni delle medie e potreste vincere :))) poi fatevi anche un giro tra gli altri suoi post  che sono veramente belli...

17 novembre 2011

ogni tanto ritorno...

Lo so, è più di un mese che non posto niente...
In questi giorni ho seguito delle lezioni in università (da brava fuori-corso riseguo qualche corso vecchio visto che da quando mi sono immatricolata sono riusciti anche a modificare i programmi) e ho lavorato per il censimento. 
In tutto questo tempo di scrap neanche a parlarne, sono riuscita a fare un LO per la 2° sfida book of me su scrappamondo praticamente all'ultimo secondo e non è neanche venuta granchè; ultimamente ho perso l'ispirazione. 


Sono stati giorni uno uguale all'altro ma tra questi c'è stato l'anniversario con il Principe. Sono 2 anni che mi sopporta ormai, come faccia lo sa solo lui visto che sono abbastanza una rompipalle..
Quindi non posso fare altro che ringraziarlo perchè c'è sempre per me, è riuscito a far si che io mi fidassi nuovamente delle persone e che in qualche modo riesce sempre a farmi tornare a sorridere (anche a costo di farmi il solletico).
Devo essere sincera, sarà che arrivavo da una grande fregatura e che era ancora relativamente fresca, sarà che l'ho conosciuto con gente che in quanto a rapporti sentimentali non brilla per durata e sincerità, ma non pensavo durasse molto come storia. Già dopo poco tempo mi sono dovuta ricredere, era come se ci conoscessimo da sempre, anche se prima eravamo usciti insieme come compagnia ma non ci eravamo parlati molto, sentivo le farfalle nello stomaco ogni volta che lo vedevo (e ci sono ancora adesso) e mi sono detta "E' LUI". Sono così passati, senza quasi accorgersene, due anni. Ovvio che non sono stati 730 giorni tutti felici, qualche litigata c'è stata, ma alla fine le cose si sono sempre risolte.


Poi c'è l'altro "maschio" che riempie le mie giornate. E' un po' più piccolo di lui e decisamente più peloso :) Sto parlando del mio micio nero Johnny. 
Oggi 17 novembre è “La giornata nazionale per la riabilitazione sociale del gatto nero”, promossa dall’Aidaa (Associazione Difesa Animali e Ambiente). Una giornata che cerca di sfatare tutte le superstizioni su questi fantastici felini che secondo le credenze popolari erano streghe travestite o il loro fedele compagno. Ancora adesso non è ben visto e molte persone superstiziose si fermano e lasciano passare altri se attraversa la strada un gatto nero. Anche io mi fermo se lo vedo attraversare ma semplicemente per non investirlo. 
Poi come si fa a non voler bene a uno che si vende per le coccole e che ti guarda con due occhioni dolci? Sa farsi capire benissimo, se lui ha deciso che vuole le coccole ti importuna fino a quando non vai a sederti sul divano per fargliele e se vuole i croccantini fa si che tu lo segua e ti porta davanti all'antina della cucina dove si trovano tutte le sue pappe. Ovviamente ha più scelta lui di noi in quanto a cibo ma si sa che alla fine sono viziati.


La seconda sfida del "book of me" che ho accennato prima era sul nostro colore preferito che nel mio caso è il verde (se non si era già intuito). Dopo averlo rifatto non so quante volte questo è il risultato...



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...