8 marzo 2013

bracciale in alcantara

Eccomi con un altro post dedicato al mio fai-da-te.

Si tratta ancora di gioielli, più precisamente di un bracciale.

Ho trovato l'idea sul sito Alchemian che vende sia componenti per i gioielli sia gioielli già fatti in fimo e altri materiali. Io ho un anello e un paio di orecchini in fimo presi da loro che adoro *_*
Se siete della zona di Milano potete trovare il loro stand al Carosello di Carugate, ma sono presenti anche in molte fiere in questi giorni sono sia al Cosmoprof a Bologna che alla fiera Mantova Comics & Games. 




Il materiale necessario è:
- 3 pezzi da 50 cm di alcantara
- 5 ciondoli (charms) 
- 7 anellini
- moschettone
- 2 capocorda (le chiusure)

Come strumenti avrete sicuramente bisogno di forbici e metro, pinza a becco tondo, pinza piatta e pinza a tronchese (se volete inserire una perla come ho fatto io).

Mi sono dimenticata di fare le foto ai vari step del procedimento, ma ho caricato il video su youtube che trovate in fondo al post dove si vedono tutti i passaggi.

C'è solo una parte noiosa, attaccare i capocorda. Bisogna avere molta pazienza perchè sono duri da chiudere e l'alcantara fa un po' di spessore ma si riesce a vincere. 
Quelli che ho trovato io sono a "libro" e secondo me sono abbastanza sicuri in quanto si ha una chiusura superiore e le chiusure laterali che tengono ben saldo l'alcantara. Prima si chiude la parte superiore e poi i laterali. per questi ultimi io prima li piego un po' con le dita (e mi sono distrutta un'unghia perchè sono affiati) e poi finisco con la pinza.


 

Una volta fatto questo passaggio il gioco è fatto, dovete semplicemente iniziare a intrecciare i tre fili e ogni tot inserite un ciondolo a cui avrete precedentemente attaccato un anellino.

Se volete inserire una perla (verissima ^^) avrete bisogno di un chiodino a T e di una coppetta. Anche qui è più difficile da spiegare che da fare [video]. Si infila la coppetta, con la parte concava verso l'alto, nel chiodino e sopra di essa la perla. Con la pinza a becco tondo si inizia a piegare la parte in eccesso di chiodo e, tenendone abbastanza per creare l'asola, si taglia il rimanente con la pinza a tronchese. Sempre con la pinza a becco tondo si piega del tutto il chiodo dandogli la forma di un'asola in cui inseriremo l'anellino.

Io non ho lasciato una distanza fissa tra i ciondoli, andavo un po' a occhio. Se proprio volete essere precisi calcolate che il bracciale finito misura sui 30/35 cm. 
Vi consiglio, quando sarete arrivati quasi alla fine, di misurare il bracciale considerando anche lo spazio di 3 cm circa che occuperà la chiusura. Io ho il polso piccolino, ho intrecciato tutto il filo che avevo e una volta indossato era veramente immenso, mi usciva dalla mano. Ho dovuto tagliarne un pezzettino e rinserire la chiusura [una fatica immensa a riaprirla].

Io ho scelto l'alcantara nero perchè mi sembrava il più neutro ma ce ne sono di tutti i colori.

Credo di avervi detto tutto, se avete qualche dubbio scrivetemi un commentino :)






5 commenti:

  1. anche io ogni tanto faccio gli orecchini in fimo!
    molto carino il tuo braccialetto!!
    Ti seguiamo anche noi ;)

    Ciauuu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao!
      Io sono molto incuriosita dal fimo ma non mi butto in quell'avventura, in disegno e cose simili non sono mai stata brava penso farei solo danni :) continuo con i miei bottoni e bracciali tipo questo.
      A presto :)

      Elimina
  2. brava!!!
    mi piace anche questo nuovo template bello!!!!

    grazie per esser passata al compleanno di Ron...domani aggiorno il post stesso e scoprirai quanti anni ha festeggiato! :-)
    ...e auguri anche alla tua mamma !!!
    intanto il premio amicizia blogger è anche x te!

    p.s.: non toglie le noiose paroline di verifica,? si fa una fatica a decifrarle.....

    RispondiElimina
  3. Wow, che carino! :3

    http://www.caterina-m.blogspot.com

    RispondiElimina

Lasciate un piccolo pensierino?!?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...